image description

Progress Electric

TECHNICAL NEWS GROUP CARPANETO SATI

 

NORME CEI EN 62305 – COLLEGAMENTI EQUIPOTENZIALI

RICHIESTA:

Un sistema di terra di para fulmine deve essere “bonded” con la terra di protezione perche’ è dello stesso edificio, però l’elettrodo di terra di protezione in caso di fulmine si eleva di potenziale. Quindi cosa succede quando è collegato ad esso?

Cerchiamo di formulare una risposta  semplice ad una “apparente” semplice domanda. In realtà  queste poche righe di domanda trovano una corretta risposta seguendo il concetto fondamentale per cui le norme CEI EN 62305 richiedono ,per una protezione completa, la realizzazione degli LPS esterni e gli LPS interni.

Gli LPS esterni ,captando la scarica, sono la parte che si eleva di tensione e che  pertanto deve essere “ bonded” ,equipotenzializzata  con tutte le parti metalliche che potrebbero assumere dei potenziali diversi .

Tra queste strutture  metalliche ci sono ovviamente gli impianti di terra diversi che agiscono sulla stessa struttura. Lunghe tubazioni metalliche o condotti metallici,  rack portacavi , scale metalliche, binari di ascensori,  ecc.

Un  “corpo metallico”  particolare è costituito dall’impianto elettrico ,che forse è quello più esteso, in particolare il conduttore neutro spesso è collegato a terra in punti lontani quindi con differenze di potenziale più elevate.  Bene ,per ridurre queste “ sovratensioni” o grosse differenze di potenziale, si ricorre all’utilizzo degli SPD che, utilizzati con i collegamenti equipotenziali interni,  costituiscono i componenti principali dell’LPS interno.

In conclusione la Norma indica chiaramente che gli impianti di terra devono essere interconnessi per costituire un unico impianto,e le tubazioni metalliche devono essere equipotenzializzate nei punti di ingresso delle strutture. Altre strutture interne dovranno essere collegate a nodi di equipotenzialità o direttamente ai conduttori dell’LPS esterno quando  non sono rispettate le distanze di sicurezza  “ S” opportunamente calcolate con le formule della Norma.

 

 

Comments are closed.