image description

Progresso Elettrico

NOTIZIARIO TECNICO DEL GRUPPO CARPANETO SATI

 

SUPPORTO TECNICO SATI ITALIA S.P.A. PER LE INSTALLAZIONI ANTISISMICHE

sismico

Supporto tecnico Sati Italia S.p.A per installazioni antisismiche A seguito dell’entrata in vigore della D.M. 14/01/2008 Norme Tecniche per le Costruzioni e con la Circolare esplicativa C.S.LL.PP. 02/02/2009 n. 617, è cambiato l’approccio da parte delle Aziende e dei Professionisti nella progettazione e realizzazione degli impianti antisismici. Inoltre è maturata la necessità di instaurare una collaborazione concreta tra progettisti, impiantisti ed architetti per valutare in modo integrato le soluzioni più idonee per il sistema “edificio-impianto”.
Naturalmente gli impianti interessati sono molti e diversificati.
Dunque, accertato che l’approccio alla difesa dal sisma deve dare in qualche modo in senso gerarchico la priorità allo studio e progettazione degli elementi non strutturali di tutti gli impianti, è importante agire congiuntamente sugli aspetti sia edilizio/strutturali sia impiantistico/funzionali.

Con la D.M. 14/01/2008 gli aspetti antisismici sono stati resi più stringenti per gli elementi strutturali ed è stata posta particolare attenzione a quelli non strutturali. Un impianto tecnologico si definisce antisismico se dotato di un sistema che lo renda resistente all’azione orizzontale del sisma, evitando spostamenti relativi che potrebbero danneggiare gli elementi che lo costituiscono. Per il dimensionamento degli elementi del sistema che compongono l’impianto, si deve  innanzitutto quantificare la forza sismica orizzontale agente al centro di massa dell’elemento non strutturale. Tale forza (Fa ) è legata a diversi fattori, tra cui:

  • altezza della costruzione che ospita l’impianto tecnologico;
  • periodo fondamentale di vibrazione della costruzione che ospita l’impianto tecnologico;
  • parametri di pericolosità sismica del sito;
  • parametri del sottosuolo e topografia del sito;
  • parametri tipici dell’impianto tecnologico.

Pertanto, la progettazione e la verifica di ogni impianto tecnologico non può prescindere dalle peculiarità dello stesso e del sito in cui va istallato. Non esistono soluzioni impiantistiche antisismiche a prescindere, ma ogni impianto va dimensionato e verificato in funzione di tutti i parametri precedentemente descritti, che possono essere anche molto diversi fra loro. Così come non esistono elementi di impianto definibili “antisismici”, bensì sistemi progettati ed installati in modo da resistere all’azione del sisma.

A questo proposito, da oltre un anno, Sati Italia è in grado con il suo staff di tecnici, di proporre e verificare con un software di calcolo, ogni soluzione impiantistica.
Una volta stabilita la tipologia di sospensioni da utilizzare, il percorso delle vie cavi e tutti i carichi gravanti su di esse, viene realizzato un modello. Successivamente vengono inserite tutte le caratteristiche della struttura che ospita l’impianto, i dati relativi al posizionamento dell’impianto all’interno della struttura stessa ed infine i parametri di pericolosità sismica del sito in cui è ubicata la struttura. Solo a questo punto, è possibile effettuare il calcolo e verificare la resistenza all’azione sismica dell’impianto.

Per maggiori informazioni contattare:
Ing. Antonio Aceto
Tel: 0773.25.56.45
e-mail: a.aceto@procan.it

 

Comments are closed.