image description

Progresso Elettrico

NOTIZIARIO TECNICO DEL GRUPPO CARPANETO SATI

 

AGGIORNAMENTI NORMATIVI: NORMA CEI EN 62305-3


Protezione contro i fulmini parte 3: danno materiale alle strutture e pericolo per le persone.

Vi riportiamo integralmente, come dalla pubblicazione della Norma, il testo dei punti più significativi introdotti nella nuova Norma per la realizzazione di un LPS esterno.

Questa EN 62305-3:2011 comprende le seguenti modifiche significative rispetto alla EN 62305-3:2006 + Corrigendum  Nov. 2006 +  Corrigendum  Sett. 2008 + A11:2009

1) Minimi spessori degli schemi metallici o delle tubazioni metalliche prescritti nella TAb 3 per i sistemi  di captatori che si ritiene   non essere atti a prevenire i problemi di punto caldo.

2) E’ introdotto, quale materiale adatto per gli LPS, l’acciaio rivestito di rame mediante processo elettrochimico.

3) Sono leggermente modificati i valori di alcune sezioni dei conduttori degli LPS

4) Sono utilizzati spinterometri di separazione ed SPD al fine di equipotenzializzare rispettivamente i corpi metallici e gli impianti interni

5) Sono indicati due metodi, semplificato e dettagliato, per la valutazione della distanza di sicurezza.

6) Sono considerate anche misure di protezione contro i danni agli esseri umani all’interno della struttura dovuti ad elettrocuzione

7) Maggiori informazioni relative agli LPS su strutture con rischio di esplosione sono riportate nell’allegato D (normativo).

Si richiama l’attenzione sulla possibilità che alcune parti del presente documento  possano essere oggetto di brevetti. Il CEN e il CENELEC non devono essere ritenuti responsabili di identificare alcuni o tutti i suddetti brevetti.

Sono state fissate le date seguenti:

–  Data ultima entro la quale la EN deve essere recapitata a livello nazionale mediante pubblicazione di una Norma nazionale identica o mediante adozione. (dop) 02-01-2012

–  Data ultima entro la quale le Norme nazionali contrastanti con la EN devono essere ritirate (dow) 02-01-2014.

Vorremo sottolineare che finalmente la Norma, attraverso nuove tabelle, consente di  definire quando lo spessore ed il tipo di materiale è correttamente dimensionato per evitare, perforazioni  e punti caldi che potrebbero innescare i materiale contenuti all’interno di serbatoi o comunque strutture metalliche chiuse.

Tali materiali possono essere considerati anche come captatori  naturali  che si aggiungono sulla superficie esterna delle strutture.

Se le temperature non sono compatibili si dovrà provvedere per un LPS con opportuni conduttori separati

Comments are closed.