image description

Progresso Elettrico

NOTIZIARIO TECNICO DEL GRUPPO CARPANETO SATI

 

COME PROTEGGERSI DALL’INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO

In tutti gli ambienti, sia domestici che di lavoro sono presenti campi elettromagnetici che possono avere origine naturale come la luce stessa, o artificiale, generati dalla presenza massiccia di impianti e dispositivi elettrici. Nel corso del ventesimo secolo, l’esposizione ambientale a campi elettromagnetici d’origine artificiale è costantemente aumentata a seguito della costante richiesta d’energia, del continuo sviluppo delle tecnologie di comunicazione senza fili e per l’utilizzo di nuove apparecchiature mediche e macchine operatrici.

Quando un essere umano è immerso in un campo elettromagnetico assorbe energia e si ha uno scostamento dalle condizioni di equilibrio naturale, per questo è importante proteggere le persone dai possibili effetti a lungo termine sul corpo umano, ancora prima che i vari studi scientifici e medici dimostrino i reali effetti dei campi elettromagnetici sulla salute.

L’interesse al problema dell’inquinamento elettromagnetico è cresciuto soprattutto negli ultimi anni, a seguito delle numerose ricerche e studi eseguiti. Sono state redatte norme e documenti tecnici, fino alla promulgazione di leggi specifiche a tutela della popolazione (legge quadro 36/019) e dei lavoratori  con il Decreto Legislativo 81/08 (Testo unico in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro). In entrambi i decreti, vengono definiti i valori limite di esposizione ai campi elettromagnetici che non devono essere superati,  per garantire la salubrità dell’ambiente e la non pericolosità dell’attività svolta.

Le normative vigenti, oltre a fissare i limiti di esposizione per gli esseri umani, determinano anche i valori di immunità per le apparecchiature elettroniche; in molti casi,  per il normale funzionamento delle medesime, i costruttori di apparecchiature mediche e di ricerca scientifica,  richiedono valori di campi magnetici molto bassi nei locali o strutture che dovranno ospitare tali apparecchiature. In tutti i processi industriali che richiedono correnti di elevata intensità o l’impiego di intensi campi elettrici o magnetici, l’utilizzo di appositi sistemi di schermatura è fondamentale per proteggere sia i lavoratori sia le apparecchiature elettroniche presenti nelle vicinanze delle sorgenti di campo.

Sati Italia S.p.A. offre una vasta gamma di soluzioni: piastre schermanti e canali schermati in grado di attenuare i campi magnetici a frequenza di rete (50 Hz). Tutti i prodotti sono interamente realizzati nella sede di Cascine Vica (To) ed i sistemi schermanti sono stati testati e certificati dal Politecnico di Torino. La partnership fra NoField S.r.l. e Sati Italia S.p.A. permette di gestire le problematiche legate alla necessità di mitigazione dei campi magnetici in tutte le sue fasi:
• Valutazione dei campi magnetici;
• Servizi di consulenza;
• Progettazione della schermatura o del sistema di mitigazione;
• Fornitura del materiale (piastre schermanti, canale schermanti, sistema NoField…);
• Supervisione dei lavori;
• Collaudo finale;
• Valutazione di impatto ambientale;

Visita la nuova area del sito dedicata ai Progetti Realizzati da Sati Italia S.p.A con le soluzioni di schermatura elettromagnetica:
http://www.sati.it/prodotti/schermatura-elettromagnetica/progetti-realizzati/

PER MAGGIORI INFORMAZIONI CONTATTARE:

Sergio Buriano
Product Manager – Sati Italia S.p.A.
Tel: +39 011 95 90 11
Fax: +39 011 95 90 200
e-mail: s.buriano@sati.it
web site: www.sati.it

Comments are closed.